X

 

 

 

IL BLOG SUL DIGITAL FUNDRAISING

02nov

Ricetta per un ottimo post social in 10 pratici step (Parte 1)

 

Postare con efficacia su un social media è un’arte. Troppe volte chi di lavoro fa il social media manager viene guardato con compassione dagli altri, come a dire: “Ma poveretto, questo sta tutto il giorno a postare su Facebook e pensa di avere un lavoro vero”.
L’unica risposta che mi sento di dare a chi la pensa così, è una constatazione di Jeff Hammerbacher, ex Facebook e founder di Cloudera:

 

"The best minds of my generation are thinking about how to make people click ads."

 

Quindi, amico che posti senza criterio e nel frattempo ti chiedi come fanno i grandi a raccogliere donatori dai social, ti regalo qualche consiglio. Fanne una ricetta per essere un influencer! Ti conviene! E conviene al tuo bilancio!

 

 

 

 

1. Coinciso e mordente

 

non profit email new...

 

Un buon post sa di titolo giornalistico. Dritto al punto, senza tanti fronzoli. Le premesse tante volte sono di sapore troppo generico e magari sono l’unica cosa che uno che scrolla si vede in preview.

Vi faccio un piccolo esempio. Se io titolassi un post: “Buongiorno a tutti, come potreste già avere visto in qualche notiziario, la Apple inc ha aumentato i suoi introiti del 15%, è il momento di investire!” e in preview vedo “Buongiorno a tutti, come potreste già avere visto in qualche notiziario...” il mio post non serve a niente. Meglio scrivere solo “Apple inc ha aumentato i suoi introiti del 15%, è il momento di investire!”.

 

 

 

 

2. Includi una call to action o un link

 

non profit email new...

 

Lo abbiamo specificato già in un altro articolo molto precisamente. I social non sono la finalità! Sono un percorso, anzi l’inizio di un percorso. Se non date delle vie di fuga ai vostri contatti per diventare prospect e poi donatori, avrete accumulato un sacco di like e basta.

Con i like non si finanziano i progetti!

 

 

 

 

3. Fai domande rilevanti e che facciano riflettere

 

non profit email new...

 

Una domanda alza in modo rilevante il tasso di interesse delle persone.

È una strategia che si vede spesso (specie se le domande sono controverse e creano disaccordo, purtroppo, per cui chi commenta spesso si mette a litigare). Questo non vuol dire che ogni post deve contenere una domanda. Soprattutto non una domanda a caso: non chiedete il gusto di gelato preferito ai vostri follower, magari ottenete anche delle risposte, ma saranno del tutto irrilevanti per avere donatori.

 

 

 

 

4. Includi sempre immagini o media

 

non profit email new...

 

Aiutano, aumentano la visibilità e fanno spiccare il post tra gli altri. Tra l’altro i video sono molto attraenti e tutti i social si stanno adattando con l’autoplay. Un video e un’immagine si guardano volentieri e sono una bella porta per indagare di più sugli altri contenuti. E poi sono snackable (vedi prossimo punto). Hai bisogno di immagini da utilizzare per i tuoi post?

 

 

 

 

5. Posta contenuti snackable (alta qualità, di veloce consumo)

 

non profit email new...

 

Il concetto di snackable è come una tartina o un pasticcino o un cioccolatino o una ciliegia. Un boccone, veloce, carico di sapore e molto godibile. E uno tira l’altro. Qualcosa che attira l’appetito deve essere facile da consumare e di alta qualità. Vale anche per i post! E per costruire questi contenuti snack esistono tanti strumenti facili da utilizzare, uno su tutti Canva.

 

 

 

About the Author

Pietro Giacchetti

Progettista software, consulente per il terzo settore, inbound marketing certified, formatore sulle strategie web.
Per massimizzare le prestazioni, somministrare caffè ogni 4 ore.

Related

Email newsletter per Non Profit: Best practice 📧

Email newsletter per Non Profit: Best practice 📧

Le email sono uno strumento eccezionale per rimanere in contatto con i propri sostenitori, poiché pe...

Previsioni Google SEO 2018 🔮

Previsioni Google SEO 2018 🔮

Google e i suoi algoritmi sono sempre irrequieti. L’evoluzione dei criteri di rilevanza dei contenu...

4 metriche da monitorare per migliorare il proprio fundraising 📏

4 metriche da monitorare per migliorare il proprio fundraising 📏

La misurazione delle attività di fundraising permette di mostrare progressi e risultati, consente di...

Tech4NonProfit si sposta su Dynamicsblog.it

Tech4NonProfit si sposta su Dynamicsblog.it

Tech4NonProfit è in pausa per un tempo indeterminato. Per un motivo preciso: ci siamo resi conto che...

15 siti per trovare splendide risorse fotografiche gratuite 📷

15 siti per trovare splendide risorse fotografiche gratuite 📷

Ogni fundraiser sa quanto è importante avere a disposizione immagini (e video) di qualità, da sfrutt...

Un aiuto al tuo fundraising: 15 tool per lavorare meno e meglio

Un aiuto al tuo fundraising: 15 tool per lavorare meno e meglio

Esistono un sacco di tool che aiutano a perfezionare e migliorare la comunicazione (interna ed ester...

Post a Comment

Benvenuti in Tech4NonProfit

Tech4NonProfit è il blog italiano di tecnologia, digital, design e web marketing dedicato al mondo del NonProfit. 
Fatto con amore per il terzo settore heart